E' utile per i bambini e giovani dopo un infortunio?

I bambini fino a 10-12 anni hanno una capacità di recupero eccezionale, in quanto le cellule sono giovani e la capacità di “autoripararsi” è molto elevata. Per cui, a meno che non si tratti di un infortunio molto grave, una cura fisioterapica non è necessaria.


Quando può essere utile sottoporsi a una cura fisioterapica?

La fisioterapia non è solo necessaria per un recupero dopo un infortunio, ma ha anche uno scopo preventivo. Dopo i 30 anni, è molto frequente soffrire di mal di schiena (lombalgia), dovuto al fatto di passare molte ore seduti o in piedi o di assumere posizioni sbagliate del corpo durante il lavoro o anche camminando.

E’ necessario sapere come evitare queste lombalgie, quali sono le posture corrette, avere un’igiene di vita che permetta di prevenire usure troppo precoci della colonna.


Quali sono le cure fisioterapiche più spesso utilizzate?


C’è una parte manuale, la kinesi (movimento), che può essere attiva, passiva (indotta dal terapista) o assistita. Appartengono a questo settore anche lo stretching e i massaggi (massoterapia).

La parte strumentale, con l’utilizzo di apparecchiature, è in continua evoluzione.

C’è l’elettroterapia (gli elettrostimolatori che agiscono sulla muscolatura, e quella antinfiammatoria: galvanica, tens, dia dinamica, ionoforesi).
 
Ci sono le terapie a campo elettromagnetico, come la magneto terapia, l’ipertermia, la nuovissima tecarterapia. Tutte le terapie strumentali sono rivolte ad aumentare la temperatura interna, dei tessuti, con il fine di accelerare il metabolismo basale e permettere un ricambio più rapido delle cellule malate.


Quali sono le più efficaci?

Per una tendinite ad esempio, va molto bene una laser terapia o la tecar. Quando invece c’è un dolore diffuso possono andar bene le correnti come la tens, dia, iono.
 
Quando invece a causa di un trauma articolare c’è stato un calo muscolare, sarà utile inizialmente l’elettrostimolatore (ne esiste uno portatile, il Compex) e successivamente un recupero graduale in palestra.
 

Torna alla lista        Stampa